Pronuncia Cassazione fa prevalere logica e buon senso ora Parlamento faccia sua parte

Condividi su facebook
Condividi su twitter

Una buona notizia natalizia quella della sentenza delle sezioni unite penali della Cassazione che ha stabilito in materia di cannabis che “non costituiscono reato le attivita’ di coltivazione di minime dimensioni svolte in forma domestica”. La cassazione ha fatto valere il buon senso e la logica con l’equiparazione della coltivazione per uso personale al consumo, ora tocca al Parlamento, dove sono depositate diverse proposte che vanno decisamente in questa direzione -tra cui la legge di iniziativa popolare Legalizziamo promossa da Radicali italiani e Associazione Coscioni e una proposta di iniziativa parlamentare recentemente depositata con firme di deputati di diversi gruppi – , superare una normativa illogica e sbagliata.