Migranti, Catalfo dica sì a regolarizzazione

Condividi su facebook
Condividi su twitter

“La grave emergenza sanitaria del nostro Paese si sta traducendo in una gravissima emergenza sociale ed economica. Gli interventi di welfare che poniamo in essere sono importanti ma, per funzionare davvero, devono rispondere ad un criterio di sostenibilità ed essere accompagnati da un vigoroso stimolo alla ripresa delle attività produttive. Ed è qui che si innesta la necessità, per il Paese, di regolarizzare i lavoratori stranieri irregolari: mezzo milione di lavoratori fantasma che sfuggono a ogni statistica, controllo sanitario e contributo pubblico. Non si tratta buonismo, è un intervento che risponde a un interesse nazionale concreto e che porterebbe ingenti entrate contributive e fiscali, proprio ora che ve ne è più bisogno. Ce lo chiede la filiera agroalimentare, ma non solo”, lo ha dichiarato oggi in Aula il deputato radicale Riccardo Magi, in replica all’informativa della ministra del Lavoro Nunzia Catalfo. “Le ministre Bellanova e Lamorgese si sono già espresse a favore di un intervento simile, sarebbe importante ascoltare parole chiare di consenso anche da parte della titolare del ministero del Lavoro Catalfo, dal momento che il suo è il ministero più interessato. Da provvedimenti coraggiosi come questi si capirà se il governo avrà l’intelligenza politica e la capacità di avviare una vera ‘fase’ “, ha concluso Magi.

Roma, 16 aprile 2020