MANOVRA: NON PARTECIPO A VOTO DI FIDUCIA CHE UMILIA PARLAMENTO

Condividi su facebook
Condividi su twitter


«Siamo di fronte a una metamorfosi strutturale del nostro sistema istituzionale. Non a un fatto episodico ma all’annullamento definitivo del ruolo e del senso del Parlamento che non può essere considerato un problema che attiene al rapporto tra maggioranza e opposizione, tra questo e quel governo e questa o quella opposizione. Rispetto a questo monocameralismo di fatto, mi aspetto che da subito le forze politiche riflettano seriamente sulla necessità di riforme istituzionali che ne prendano atto. Per questi motivi, Presidente, pur avendo votato inizialmente la fiducia a questo Governo, non parteciperò al voto di fiducia e al voto finale su questa legge di bilancio perché votare in queste condizioni non significherebbe esercitare la funzione e le prerogative parlamentari e di rappresentante dei cittadini, ma significherebbe contribuire con questo voto a comprimerle e cancellarle», così in Aula alla Camera il deputato di Radicali +Europa Riccardo Magi.

Roma, 23 dicembre 2019