LIBIA, “PROROGA A MISSIONE E’ ERRORE, SBAGLIATO NON ASCOLTARE ESPERTI DI QUELLA REALTA’ TERRIBILE”

Condividi su facebook
Condividi su twitter


“Con la discussione di domani si concluderà alla Camera l’iter della delibera sulle missioni internazionali. L’esito favorevole del voto è scontato, ma sulle missioni che riguardano la Libia il governo e il Parlamento si assumeranno una responsabilità ancora più grave di quella dello scorso anno. La situazione in Libia è per molti versi peggiorata e con essa le gravi violazioni dei diritti umani perpetrate ai danni di migliaia di persone intrappolate in un sistema di detenzione, sfruttamento, tortura e morte che si è andato consolidando anche per effetto delle scelte politiche italiane ed europee. Nonostante ciò la strategia italiana non cambia e le missioni vengono automaticamente prorogate mentre nulla è dato sapere delle modifiche al memorandum Italia-Libia annunciate dal governo molti mesi fa. In questa situazione è comprensibile l’imbarazzo delle forze di maggioranza che in occasione dell’esame davanti alle commissioni Esteri e Difesa non hanno voluto audire di persona esperti di quella realtà, come ad esempio i giornalisti Nancy Porsia e Nello Scavo, che avrebbero potuto fornire argomenti utili a comprendere meglio i gravi errori che i governi italiani hanno compiuto e che continueranno a fare anche nel prossimo futuro”. Così in una nota il deputato Riccardo Magi di + Europa Radicali. 

Roma, 14 luglio 2020