LIBIA: GRAVE CHE IRINI SIA PARTITA SENZA ALCUN COINVOLGIMENTO DEL PARLAMENTO

Condividi su facebook
Condividi su twitter


“Il Ministro Di Maio, rispondendo al mio question time, ha annunciato oggi che a giorni sarà trasmessa al Parlamento la delibera sulle missioni, che da tempo si attendeva. E’ comunque grave che IRINI, la nuova missione militare europea nel Mediterraneo, sia partita con la partecipazione italiana senza che nessun atto sia stato comunicato dal Governo al Parlamento e quindi senza che questo abbia potuto deliberare. Oggi dalla risposta del Ministro abbiamo anche appreso che il Governo sta valutando l’impiego di 500 uomini in questa missione; è dunque ancora più necessario e urgente che il Parlamento discuta e decida tenendo conto di tutte le incognite che sono state sollevate sul funzionamento di IRINI, sulla sua efficacia e sul suo valore politico e strategico. La missione tocca aspetti cruciali della presenza italiana nel Mediterraneo, al di là dell’obiettivo dichiarato di impedire l’arrivo di armi in Libia e di formare la Guardia costiera libica”. Lo afferma in una nota Riccardo Magi, deputato di Radicali +Europa.

Roma, 13 maggio 2020