BIOTESTAMENTO: BENE DECRETO BANCA DATI, ORA INFORMAZIONE AI CITTADINI

Condividi su facebook
Condividi su twitter

«Finalmente l’Italia si doterà di una banca dati nazionale per le Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT). Il Ministro della Salute Roberto Speranza ha mantenuto la promessa fatta in aula lo scorso 16 ottobre, rispondendo ad una mia interrogazione, e oggi ha firmato il decreto che la istituisce. Una conquista, questa, che è frutto delle battaglie che hanno visto l’Associazione Luca Coscioni e Radicali italiani in prima fila e che hanno portato all’approvazione, nel 2017, di una legge sul testamento biologico. Da oggi, con la banca dati in grado di raccogliere e rendere consultabili da parte dei medici le disposizioni, i cittadini italiani sono effettivamente finalmente liberi di indicare la propria volontà sui trattamenti sanitari. Ora la priorità è dare ai cittadini un’informazione completa sulla possibilità e le modalità per esercitare i loro diritti», lo scrive in un post Riccardo Magi, deputato di Radicali +Europa. Roma, 18 febbraio 2020